Viaggio in Marocco – Marrakech, la terra di Dio

32 Flares 32 Flares ×

Marrakech e Fez sono le città imperiali che non dovrebbero mancare in qualunque viaggio in Marocco. Le compagnie aeree low-cost hanno voli a prezzi contenuti dai maggiori aeroporti Italiani e il clima permette la visita in qualunque periodo dell’anno. Il Marocco ha una conformazione geografica che offre mare, montagne innevate, deserto e pianure verdeggianti. Dedicarsi però completamente alla natura significherebbe perdersi la vera cultura del paese che ovviamente si sviluppa negli affollati centri urbani.

DSC_3986

Dedicare qualche giorno di viaggio a Marrakech permette di immergersi negli usi e costumi del paese. Nel caos di medine e mercati si sviluppa la cultura Marocchina fatta di continue offerte variegate (tessuti, cene, taxi e in pratica tutto ciò che può essere comprato col denaro) ed estenuanti trattative nella vana speranza di spuntare un prezzo onesto!

Marrakesh piazza

Piazza principale

Il nome Marrakech ha origini berbere e significa “Terra di Dio”. E’ una delle città più grandi del Marocco e si trova ai piedi delle imponenti montagne Atlas che in inverno si ricoprono di neve permettendo anche di sciare! La città si divide in due parti: la medina antica e la parte nuova anche chiamata “Ville Nouvelle”.

marrakesh

Anziano nella medina di Marrakesh

Marrakech colpisce subito per il caos delle strade dove troviamo ovviamente auto e moto, ma anche carretti tirati da uomini, cavalli o muli! Nei vicoli della medina la merce viene ancora trasportato con mezzi tradizionali e non è raro doversi fare da parte per lasciar passare un asino che con sguardo basso tira un carro di arance.

DSC_1666

La medina è un dedalo di strade e vicoli di ogni dimensione. Alcuni sono tranquilli e residenziali, con case costruite in pietra per restare fresche durante l’estate caldissima. Ad ogni angolo si potrebbe scattare una foto indimenticabile: anziani con vestiti tradizionali osservano i passanti, bambini ridono mentre corrono a scuola, donne vestite con grandi tuniche si occupano delle mansioni quotidiane.

marrakesh strade

Strade di Marrakesh

Durante il giorno la strada è il centro nevralgico della vita. I commercianti cercano compratori di passaggio davanti ai negozi, i mercati spesso sono composti da donne che vengono dalla campagna e sistemano a terra i prodotti in vendita, moto e biciclette vengono riparate direttamente sul marciapiede. Anche gli artigiani non si nascono in un laboratorio sul retro, ma anzi mostrano a tutti  la loro maestria nel costruire i manufatti Marocchini famosi in tutto il mondo.

Manufatti Marocchini

Manufatti Marocchini

Per strada si vende e si compra di tutto: frutta, verdura, spezie, carne, vestiti, stoffe, pellame, arredamento e hasish. Il Marocchino è un venditore formidabile e non si ferma davanti a nessuna forma di rifiuto. Sa come far sorridere un potenziale acquirente, per poi offrire un tè alla menta e mostrare tutta la mercanzia compresa quella degli amici! Il processo di compravendita è allo stesso tempo divertente ed estenuante: il prezzo iniziale è solitamente il doppio di quello reale, ma da lì parte di solito la contrattazione!

Tessuti Marocchini

Tessuti Marocchini

La medina di Marrakech, seppur composta da centinaia di strade e vicoli, non è labirintica come quella di Fez. Camminando senza meta, alla fine ci si ritrova sempre nella piazza principale Jami El’Fna. Qui di giorno troviamo venditori di ogni tipo, uomini vestiti da ballerine (normalmente qui le donne non ballano), incantatori di serpenti.

serpenti marrakesh

Incantatore di serpenti

La notte invece la piazza si trasforma in un ristorante a cielo aperto. Decine di piccole bancarelle vendono cibo cucinato nei tipici tajine, le pentole in terracotta a forma di piramide. Purtroppo in Marocco non c’è molta varietà di cibo e ci si ritrova sempre a mangiare tre cose: tajine, couscous o carne alla griglia. Per una cena con vista si può optare per uno dei numerosi ristoranti terrazzati che di giorno servono anche un ottimo tè alla menta.

piazza di marrakesh

Io e i cuochi nella piazza di Marrakesh

Lasciata la piazza sempre rumorosa e illuminata, la notte i vicoli della medina sono finalmente silenziosi (e poco illuminati). Gli ultimi negozi si affrettano a chiudere le serrande, tutti si avviano verso casa. Dalla moschea arriva la chiamata per l’ultima preghiera che conclude la giornata. Nella medina sono appena le otto di sera.

marrakesh notte

Marrakesh di notte

 

32 Flares Facebook 27 Twitter 1 Google+ 3 Pin It Share 1 32 Flares ×
The following two tabs change content below.
Valerio Plessi - Viaggiatore, fotografo e adesso anche blogger. Ho studiato e lavorato in Belgio e Stati Uniti ma adesso la mia base è Londra. Ho viaggiato in 45 paesi sempre in maniera indipendente, tra cui 14 mesi zaino in spalla dal Messico fino all'Argentina. Mi piace scrivere di viaggi e stili di vita alternativi.

Commenta via Facebook

comments

Leave a Comment

32 Flares Facebook 27 Twitter 1 Google+ 3 Pin It Share 1 32 Flares ×