Cambiare vita in Marocco

83 Flares 83 Flares ×

Cambiare vita in Marocco e’ possibile anche se questo paese non non e’ sicuramente una delle destinazioni piu’ popolari per espatriare. Gli Italiani ufficialmente residenti sono appena 3000 (fonte AIRE) pero’ questi numeri vanno di solito raddoppiati o triplicati per ottenere le stime reali. Stiamo comunque parlando di cifre piuttosto basse, forse destinate a crescere visto la continua fuga di Italiani dal belpaese. Oltre ai giovani, anche i pensionati che possono contare su rendite fisse scelgono di andarsene. Vediamo quali sono i motivi principali per scegliere il Marocco e cominciare una nuova vita.

cartello marocco

Sulla strada per Marrakesh

 

Basso costo della vita

Il costo della vita e’ piuttosto basso. Un Euro vale circa 11/12 Dirham, con i quali per strada si possono comprare due Coca-Cola oppure due caffe’ espresso. Una cena ad un ristorante locale costa circa 5 Euro a persona, mentre scegliendo uno piu’ lussuoso o con cucina internazinale si spendono circa 10 Euro a testa.

Affittare un appartamento in centro costa circa 350 Euro/mese, fuori dal centro il costo si dimezza. I prodotti locali quali carne, frutta, verdura hanno prezzi irrisori rispetto ai canoni Italiani, mentre per tutto quello che necessita importazione i costi ovviamente salgono significativamente.

La benzina costa 1 Euro/litro e anche i trasporti locali sono economici. Un viaggio di 5 ore in autobus costa al massimo 7 Euro scegliendo le compagnie migliori, ma spesso anche meno con linee di bus locali senza aria condizionata e veicoli piu’ malandati.

La scelta del dove prendere casa influenza molto l’esperienza di vita. Vivere nella Medina (centro storico antico) ha sicuramente il suo fascino e garantisce una vera esperienza di vita Marocchina. Bisogna pero’ essere preparati a vivere coi ritmi dell’Islam; preghiera cinque volte al giorno durante le quali i negozi fanno pausa, assenza di divertimenti occidentali quali bar e locali, vita notturna inesistente dopo il tramonto. L’alternativa e’ vivere nella “Ville Nouvelle” ovvero il quartiere piu’ moderno presente in ogni citta’. Qui si hanno i vari McDonalds, negozi di abbigliamento e tutto quello a cui siamo abituati. Chiaramente tutti questi comforts si pagano anche se i costi restano molto inferiori ai nostri standard.

Lo stipendio medio di un lavoratore Marocchino e’ di circa 340 Euro (salario minimo 200 Euro), e questo fa intuire come il costo della vita debba essere proporzionate al reddito. Per maggiori dettagli riguardo le spese quotidiane del vivere in Marocco consultare questo link (in Inglese).

L’assistenza sanitaria per i cittadini italiani è a pagamento e per avere una copertura migliore e’ sempre meglio stipulare un’assicurazione privata. Gli ospedali pubblici sono di livello insoddisfacente e spesso solo nelle grandi citta’ esistono strutture private di livello superiore.

 

riad marocco marrakesh

Riad a Marrakesh

 

Agevolazioni fiscali

Investire in Marocco e’ semplice e non richiede autorizzazioni preventive. Gli investimenti stranieri sono incentivati e anche garantiti da accordi internazionali tra i governi in termini di tassazione ed altri aspetti . L’Italia e’ gia’ presente in questo paese con 140 aziende. Per maggiori dettagli consultare il sito dell’Ambasciata Italiana

In caso di trasferimento permanente in Marocco i piu’ fortunati sono i pensionati che possono godere di una riduzione dell’80% delle imposte sulle pensioni versate da enti esteri. E’ in vigore una convenzione con l’Italia per evitare la doppia tassazione.

 

riad deserto marocco

Riad nel deserto

 

Clima temperato

Il Marocco presenta la conformazione geografica piu’ varia in tutto il Nord Africa. La costa meridionale si affaccia sull’Oceano Atlantico e si estende fino al deserto del Sahara. A nord risiede la maggior parte della popolazione nelle pianure ai piedi della catena montuosa dell’Atlas.

Il Marocco non e’ solo deserto ma anche verdi pianure con fiumi, laghi e montagne innevate d’Inverno. Ovviamente il clima varia molto con la zona.

Nella zona settentrionale (Marrakesh, Rabat, Casablanca, Fez) il clima e’ mediterraneo temperato con estati calde (25-35 gradi) ed inverni miti (10-20 gradi). Le precipitazioni annue sono minime.

Scendendo verso la zona meridionale, sulla costa troviamo Agadir che vanta una temperature di circa 23 gradi tutto l’anno.

Nel deserto Sahariano il clima ovviamente diventa caldissimo in estate (circa 35-45 gradi) durante il giorno, mentre la notte puo’ essere davvero freddo.

 

palazzo marocco marrakesh

Palazzo a Marrakesh

 

Voli low cost dall’Europa

Da quando il Marocco e’ diventata una meta turistica molto popolare, le compagnie aeree low cost hanno aperto rotte dall’Italia verso le destinazioni principali: Marrakesh, Fez e Casablanca.

Easyjet vola da Milano a Marrakesh e Casablanca mentre Ryanair ha rotte per Fez e Marrakesh da varie citta’ Italiane. Il volo dura circa tre ore e i prezzi del biglietto sono i tipici da low cost: molto contenuti in bassa stagione (circa 50-100 Euro andata e ritorno) per salire significativamente in periodi quali Natale, Pasqua e Agosto.

Da tenere in considerazione anche Air Maroc e Vueling che fanno scalo in varie citta’ Italiane a prezzi a volte comparabili con le low cost.

A mio parere il sito migliore per cercare voli low cost in Europa e dintorni resta sempre Skyscanner. Al momento dell’acquisto si collega direttamente al sito della compagnia aerea evitando i costi aggiuntivi di siti quali Expedia ed Edreams.

sala te marocco

Sala da te a Essauira

 

Economia in forte crescita

Il Marocco ha un’economia in forte crescita frutto anche della sua stabilita’ politica. La primavera araba che ha colpito paesi vicini come Egitto, Libia e Tunisia qui si e’ limitata a manifestazioni di piazza che non sono sfociate in violenza.

Ci sono politiche tese a favorire gli investimenti, accordi di libero scambio, legami ormai consolidati grazie ai flussi migratori e soprattutto una cultura non troppo distante da quella Italiana. Il PIL del Marocco cresce al ritmo del 4-5% annuo e parte di esso viene utilizzato per costruire infrastrutture importanti quali il nuovissimo porto di Tangeri gia’ collegato a 120 scali marittimi internazionali. Nel 2015 e’ previsto il primo treno TGV ad alta velocita’ e anche il settore edilizio e’ in forte espansione visto l’afflusso di investimenti.

Il Marocco e’ visto come il trampolino per l’Africa e per molti analisti economici e’ come l’Italia degli anni ‘8o. La ricchezza comincia ad essere distribuita e cosi’ nascono nuovi mercati che da noi sono considerati saturi.

riad marocco fez

Riad a Fez

 

Lavorare in Marocco

Lavorare in Marocco e’ possibile ma solo avendo i documenti necessari, carta di identita’ e passaporto per iniziare. Serve anche procurarsi un visto lavorativo e questo va richiesto al Consolato del Marocco in Italia. Usando il visto turistico si hanno solo 90 giorni disponibili per la permanenza e soprattutto non e’ possibile lavorare legalmente.

I datori di lavoro che assumono dipendenti stranieri devono essere autorizzati dall’ANAPEC ovvero l’ente Marocchino per la protezione del lavoro. Deve essere possibile dimostrare che il lavoratore sia necessario e possieda le competenze richieste.

In base al tipo di occupazione richiesta bisogna individuare la zona giusta. Rabat e’ la capitale del paese quindi molte occupazioni ruotano attorno all’amministrazione. Casablanca e’ un polo industriale molto sviluppato con lavori inerenti alla produzione. Il settore turistico e’ invece molto presente a Marrakesh e Agadir, le mete piu’ gettonate.

Alcuni siti di riferimento (in Francese) per la ricerca del lavoro in Marocco sono:

http://marocemploi.net/

http://recruteonline.com/

http://www.petites-annonces-maroc.com/

http://www.marocannonces.com/

Mercato Marrakesh marocco

Mercato nella piazza di Marrakesh

 

Lingua

Le lingue ufficiali in Marocco sono l’arabo e il Tamazight (lingua Berbera). Il Francese e’ di fatto una terza lingua ufficiale, eredita’ lasciata dai tempi coloniali terminati nel 1956 (Indipendenza del Marocco). La vicinanza con la Spagna, appena 14 Km attraverso lo Stretto di Gibilterra, fa si che anche lo Spagnolo sia parlato per le strade. E infine, non troppo sorprendentemente, viene la lingua Italiana che i Marocchini hanno imparato per necessita’ visto il forte afflusso di turisti dal nostro Paese.

La cultura Marocchina, seppur di radice araba con tratti Francesi, non e’ cosi’ distante dalla nostra come si potrebbe pensare. Noi Italiani veniamo riconosciuti a prima vista per le strade e non c’e’ commerciante o “trafficone” di strada, anche bambino, che non conosca l’Italiano basico necessario per approcciare. I Marocchini sono intrattenitori  eccezionali e sanno come farti sorridere (anche se a volte possono risultare pesanti) e farebbero di tutto per venderti qualcosa, compreso guardare i programmi di Bruno Vespa su Rai 1 pur di imparare la nostra lingua!

deserto marocco sahara

Deserto del Sahara

83 Flares Facebook 68 Twitter 9 Google+ 6 Pin It Share 0 83 Flares ×
The following two tabs change content below.
Valerio Plessi - Viaggiatore, fotografo e adesso anche blogger. Ho studiato e lavorato in Belgio e Stati Uniti ma adesso la mia base è Londra. Ho viaggiato in 45 paesi sempre in maniera indipendente, tra cui 14 mesi zaino in spalla dal Messico fino all'Argentina. Mi piace scrivere di viaggi e stili di vita alternativi.

Commenta via Facebook

comments

4 Comments

  1. Leonardo Palmeri says:

    Ho cercato di comunicare a Roma con il consolato del Marocco per vari giorni. nessuno risponde a tutte le ore e alcuni numeri trovati su internet sono addirittura inesistenti. Voglio informazioni per costruire una casa piccola a Marrakesh. Voglio sapere se questa casa nella quale voglio vivere mi da il diritto di residenza permanente oppure no. Qualcuno può rispondere a queste domande oppure indicarmi chi può farlo? Qualcuno conosce l’indirizzo e il telefono dell’Ufficio immigrazione ella capitale marocchina? Grazie infinite. Leonardo

  2. Tony says:

    qualcuno puo’ dirmi, per favore, quali sono i requisiti legali per vivere in Marocco per un periodo medio-lungo ? sono un pensionato italiano e mi piacerebbe trascorrere uno spezzone della mia poca vita futura a Marrakesh o ad Agadir. Grazie molte. Antonio

  3. rosy says:

    vorrei trasferirmi in marocco e vorrei informazioni ,so che bisogna andare al consolato x permesso oltre i 90 giorni, ma mi piacerebbe avere informazioni x affitti di appartamento a casablanca,ovviamente zona buona affitto basso. grazie!

  4. criscio gerardo says:

    Gradirei conoscere contatti in marakesh per assistenza per un eventuale trasferimento in marakesh o Agadir.
    Grazie

Leave a Comment

83 Flares Facebook 68 Twitter 9 Google+ 6 Pin It Share 0 83 Flares ×